Conferenze sui nuovi piani di formazione PON 2012/2013

Hanno preso il via in questi giorni, e continueranno fino al 9 ottobre, le conferenze organizzate dagli Uffici Scolastici Regionali delle quattro regioni dell’Obiettivo Convergenza (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia) per informare dirigenti e docenti sui nuovi piani di formazione 2012/2013.

Gli incontri, promossi dal Programma Operativo Nazionale 2007/2013 “PON-FSE Competenze per lo Sviluppo”, avranno la durata di mezza giornata.
Durante i seminari saranno presentate le varie iniziative di formazione (alle quali è possibile iscriversi fino al 15 ottobre), le modalità organizzative a livello locale e le procedure di iscrizione alla piattaforma.

I piani nazionali di formazione si presentano quest’anno ulteriormente arricchiti e rinnovati rispetto alla precedente edizione: nuovi contenuti disciplinari, realizzati da professionisti di provata levatura, consentiranno ai docenti corsisti di aggiornare le proprie conoscenze, rendere più coinvolgente ed efficace la didattica e sperimentare con gli alunni innovative metodologie di insegnamento. L’intento dei percorsi proposti è infatti proprio quello di stimolare la crescita professionale degli insegnanti, dando loro la possibilità di accostarsi alle problematiche educative con maggiore spirito critico, osservare e valutare le proprie pratiche didattiche per migliorarne l’efficienza e la ricaduta sugli allievi.

La formazione, svolta in modalità blended – ovvero in presenza e online – accompagnerà i docenti per l’intero anno scolastico. Ciascun percorso formativo, pianificato con la supervisione del Comitato Tecnico Scientifico di riferimento, darà ampio spazio alla condivisione di idee e metodologie all’interno della community costituita dai colleghi e dal tutor: i corsisti potranno utilizzare strumenti di comunicazione come la chat, il forum e la videoconferenza e contribuire alla costruzione collaborativa delle conoscenze, rendendo così patrimonio comune le esperienze significative e gli spunti creativi (vedi la presentazione del modello formativo).

I seminari di informazione e pubblicizzazione organizzati dagli USR seguiranno in linea di massima il seguente programma:

  • ore 9.00: welcome coffee e registrazione dei partecipanti;
  • ore 9.30: saluto di benvenuto da parte del dirigente scolastico;
  • ore 9.40: I progetti di formazione per docenti: il modello formativo e
    la piattaforma
    (a cura dell’USR di competenza);
  • ore 10.00: presentazione a cura dei tutor di alcuni esempi di attività
    didattiche realizzate con i contenuti presenti in piattaforma:
    AREA SCIENTIFICA
    PON M@t.abel
    PON Educazione scientifica;

    AREA LINGUISTICA
    PON Educazione
    linguistica e letteraria in un’ottica plurilingue
    PON Lingua, letteratura e cultura in una dimensione europea – Area italiano
    PON Lingua, letteratura e cultura in una dimensione europea – Area lingue straniere;

    AREA ICT
    PON Didatec – Corso base e avanzato (presentazione approfondita dei
    contenuti);
  • ore 11.00: presentazione della programmazione FSE/FESR per l’anno scolastico
    2012/2013 (a cura dell’USR);
  • ore 13.00: conclusioni e consegna attestati.

Questo il calendario degli incontri di presentazione dei corsi di formazione nazionale 2012/2013 suddiviso per regione:


Sito di riferimento:
http://www.istruzione.it/web/istruzione/pon

Circolari e note collegate:
Avviso per l’iscrizione ai corsi nazionali di formazione annualità
2012/2013 (Circ. n. 11552 del 27/07/12)

Iscrizioni ai corsi 2012-2013

Tutti i docenti interessati potranno iscriversi direttamente accedendo al sistema informativo del PON, con l’esclusione dei docenti soggetti a trasferimento per i quali, a causa della mancanza dei dati inseriti a sistema, dovrà provvedere all’iscrizione l’istituto presso cui prestano servizio. Le iscrizioni per i docenti della secondaria di primo grado sono aperte per tutti i corsi, fatta eccezione per i progetti DIDATEC. Per tale progetto, i docenti potranno valutare personalmente le proprie competenze digitali e, selezionare i livello di corso cui iscriversi solo a partire dal 1 settembre.

Nel caso in cui anche docenti del biennio o della primaria possano prendere parte a percorsi sperimentali, riceveranno una nota dal MIUR, che darà loro tutte le indicazioni necessarie per iscriversi.

I FASE - CANDIDATURA OPZIONE ATTIVA A PARTIRE DAL 27 LUGLIO 2012

Circolare n. 11552 del 27 luglio 2012

Il docente interessato a iscriversi a uno dei percorsi di formazione accede alla maschera di iscrizione attraverso la home page dei Fondi Strutturali 2007/2013 dove inserisce il proprio codice fiscale e il codice meccanografico della scuola di titolarità. In caso non ricordasse il codice scuola, può ricercarlo tramite l’apposita maschera di ricerca nella parte inferiore dello schermo. Si accede così all’ambiente di iscrizione da dove è possibile selezionare il Piano di formazione, il corso di interesse e completare i propri dati anagrafici.

Se invece è l’istituto a iscrivere il docente, il Dirigente Scolastico o il DSGA dovranno accedere all’area “Bandi e compilazione dei piani” e attivare il bottone “Iscrizione ai progetti nazionali”. Se alcuni docenti della scuola si sono già autonomamente iscritti, in corrispondenza dei corsi da loro selezionati, il sistema indicherà il numero delle iscrizioni già registrate. Per ciascun piano di formazione quindi occorre entrare nella pagina dedicata (facendo clic sull’icona a cartellina). Attraverso il bottone “Ricerca nella banca dati anagrafiche della scuola” si individuano i nominativi dei docenti che si desidera iscrivere al dato piano, oppure con il pulsante “Inserisci anagrafica” si inseriscono le anagrafiche non ancora registrate nella banca dati della scuola.

Occorre verificare la corretta digitazione dell’indirizzo di posta elettronica del docente corsista e del suo CF: codice fiscale e indirizzo di posta elettronica sono infatti i riferimenti univoci che garantiranno la piena accessibilità e fruibilità dell’offerta formativa. Inoltre il docente verrà informato sempre, solo, via e-mail sullo sviluppo della propria richiesta di formazione, in particolare una prima email confermerà l’inoltro della candidatura del docente per quello specifico corso. La convalida delle iscrizioni avverrà nella terza fase “Inoltro dell’iscrizione”.

Per l’iscrizione ai progetti DIDATEC i docenti interessati potranno accedere ad un test che li aiuterà ad orientarsi nell’iscrizione al corso base o al corso avanzato. Benché la compilazione del test sia opzionale è auspicabile che tutti i candidati usufruiscano dello strumento orientativo al fine di scegliere il livello di corso più adeguato ai propri livelli di conoscenze e competenze. Il test di placement sarà reso disponibile online a partire dal 1 settembre 2012.

II FASE - ASSEGNAZIONE A SCUOLA PRESIDIO DAL 1 OTTOBRE 2012

v. Nota n. 12649 del 14 settembre 2012

I docenti iscritti vanno successivamente associati a un presidio. Questa operazione è consentita solo al Dirigente Scolastico o al DSGA dell’istituto e la corrispondente funzione sarà attiva a partire da lunedì 17 settembre 2012. Nel momento in cui si attiva la funzione di assegnazione ad un presidio si blocca la possibilità per i docenti di iscriversi autonomamente e l’iscrizione può avvenire solo attraverso il DS o il DSGA.

Per amplificare la ricaduta della formazione dei docenti sulla qualità dell’offerta formativa di tutto l’istituto, è opportuno iscrivere, per ciascun piano di formazione, i docenti di uno stesso istituto presso lo stesso presidio.

Per l’iscrizione dei docenti delle discipline scientifiche del biennio al Piano di Educazione Scientifica una nota segnalerà la finestra temporale e il presidio presso cui iscriversi.

Sullo schermo dell’Istituto appare l’elenco dei docenti corsisti iscritti. La presenza della data di inoltro dell’iscrizione nella colonna “richiesta online” consente di riconoscere i docenti iscritti autonomamente, da coloro che sono invece stati iscritti dall’Istituto.

Cliccando sul bottone “Assegnazione a scuola presidio” si accede all’elenco di tutti i presìdi attivi per il 2012/2013 per la data disciplina.

III FASE - INOLTRO DELL’ISCRIZIONE ENTRO 15 OTTOBRE 2012

Proroga al 22 ottobre con nota n. 13943 del 15 ottobre 2012 per i progetti:

A seguito delle suddette operazioni è necessario che le iscrizioni vengano inoltrate.  All’inoltro dell’iscrizione del gruppo di docenti per ciascun corso il sistema invierà una comunicazione automatica sia alle scuole presidio selezionate che ai singoli docenti, che potranno così prendere visione del presidio prescelto e delle date previste di inizio e fine corso.

Si sottolinea che solo se presso il presidio saranno pervenute almeno 15 richieste di iscrizione per un dato corso di formazione sarà possibile attivarlo.

L’istituto deve inoltrare in unica soluzione tutte le iscrizioni per un dato corso/piano di formazione. La fase di iscrizione da parte degli istituti di appartenenza dei docenti corsisti si concluderà, improrogabilmente per non posticipare l’avvio dei corsi, il 15 ottobre 2012.

L’elenco dei presìdi indicati dai rispettivi USR per l’attuazione dei corsi in presenza per l’a.s. 2012/13 verrà pubblicato in settembre a conclusione della revisione del sistema territoriale dei presìdi resa necessaria dalla recente razionalizzazione dei sistemi scolastici regionali.

Modello formativo

Tutte le proposte di formazione in servizio, sviluppate in modalità blended (in presenza e online) da INDIRE, mirano a incidere sul modo di fare scuola dei docenti corsisti invitati a sperimentare con i propri allievi nuovi contenuti, nuove metodologie, nuovi approcci didattici.

A questo link, una presentazione del modello formativo

I corsi sono strutturati come percorsi di ricerca-azione: i docenti corsisti, sotto la guida di docenti esperti, i tutor, sono aiutati a programmare e poi a sviluppare l’intero curriculum, o parti di esso, sulla base di un’ampia offerta di unità didattiche, innovative sul piano della didattica disciplinare e complete di strumenti per il supporto, l’individualizzazione dell’apprendimento e la verifica delle competenze acquisite. La sperimentazione con gli allievi, le loro reazioni, le loro difficoltà e le strategie per superarle sono oggetto di riflessione fra pari nei gruppi di docenti della classe attivata presso il presidio e online.

I docenti tutor sono stati selezionati da INDIRE e ogni anno partecipano a iniziative di formazione dei formatori affinchè siano aggiornati sui nuovi sviluppi impressi ai Piani da INDIRE, con la collaborazione dei Comitati tecnici-scientifici, sulle indicazioni per i curriculi del primo e del secondo ciclo e sulla valutazione degli apprendimenti.

Con l’esclusione di DIDATEC, corso base, la partecipazione ai corsi presuppone competenze digitali di base da parte dei corsisti perché questi possano usufruire di un’offerta formativa che si svolge sia in presenza che online e che, comunque, mira ad arricchire anche il corredo di tecniche e strumenti didattici dei docenti attraverso l’utilizzo consapevole delle tecnologie didattiche.

Educazione linguistica e letteraria in un’ottica plurilingue

Un percorso di formazione rivolto ai docenti di italiano, lingue e civiltà straniere, lingue classiche e materie letterarie per consolidarne la preparazione attraverso un modello interdisciplinare e plurilingue.

I contenuti educativi e le metodologie di insegnamento del corso sono funzionali a stimolare una pratica di condivisione e collaborazione tra colleghi che insegnano lingue diverse. La formazione si arricchisce, così, dei contributi e degli stimoli provenienti da differenti aree linguistiche e culturali del territorio europeo, con uno sguardo rivolto anche alle lingue antiche.

Lingua, letteratura e cultura in una dimensione europea – Area lingue straniere

Un percorso di formazione dedicato ai docenti di lingua inglese, francese, tedesco e spagnolo della scuola secondaria di primo grado per l’aggiornamento delle competenze professionali in un ottica “tutta europea”. I contenuti proposti seguono gli orientamenti e le politiche linguistiche europee, con l’obiettivo ultimo di costruire un modello di insegnamento comune a tutti i Paesi appartenenti all’Unione europea.

Lingua, letteratura e cultura in una dimensione europea – Area italiano

Un percorso di formazione dedicato ai docenti di lingua italiana della scuola secondaria di primo grado e finalizzato alla promozione dell’insegnamento partecipativo ed attivo della materia.

Il corso intende incoraggiare il dialogo inter-disciplinare, quale importante risorsa nel processo di acquisizione delle competenze linguistiche da parte degli studenti. I contenuti educativi propri della disciplina sono integrati da nuovi spunti riflessivi, provenienti dal mondo della ricerca scientifica.

m@t.abel

Un percorso di formazione dedicato ai docenti di matematica della scuola secondaria di primo grado e del biennio di scuola secondaria di secondo grado per supportarli nell’insegnamento della disciplina, mediante una metodologia nuova e “pratica”.

La finalità dell’attività educativa di m@t.abel è quella di ispirare proposte didattiche orientate all’esperimento e, quindi, in grado di suscitare l’interesse e l’entusiasmo negli studenti.

Educazione Scientifica

Un percorso di formazione dedicato ai docenti di Scienze matematiche, chimiche, fisiche e naturali della scuola secondaria di primo grado per sostenere e rafforzare la didattica delle discipline scientifiche.

Il corso è strutturato in modo da stimolare un approccio innovativo allo studio delle scienze, che predilige il metodo laboratoriale, basato sull’investigazione, non come un enunciato teorico ma con proposte pratiche innovative, diversificate per contenuti, metodologie, strumenti e livelli di competenza.

 Il “laboratorio” è qui inteso non come spazio fisico, ma come metodologia di approccio a fenomeni e situazioni che coinvolge gli allievi, stimolandone innanzitutto l’osservazione, la scoperta di regolarità e/o di anomalie, la problematizzazione, l’analisi con i diversi strumenti concettuali e tecnologici che consentono quantificazione, schematizzazione, modellizzazione e verifica di particolari ipotesi e/o teorie esplicative e predittive.

Il laboratorio può essere, quindi, un’aula laboratorio scientifico, un orto scolastico, il cielo, il letto di un fiume, il territorio, un acquario in classe, etc…

DIDATEC

Un percorso di formazione su due livelli (base e avanzato) finalizzato allo sviluppo e al rafforzamento delle competenze digitali del corpo docente. Attraverso il piano formativo Didatec, ciascun insegnate ha l’opportunità di entrare in contatto con il mondo delle ICT, acquisendo gli strumenti cognitivi necessari a sfruttarne al meglio le potenzialità, a fini didattici.